Comunicato Stampa - Politica Sanitaria
10.02.14

La Commissione di studio del Progetto di Aggregazione del Bellinzonese condivide la preoccupazione e il disappunto espressi nella recente presa di posizione dei membri del Gran Consiglio del Distretto e del Municipio di Bellinzona.

Le decisioni adottate dall’EOC paiono andare nella direzione di concentrare risorse e strutture attorno al polo Luganese, sguarnendo o comunque indebolendo il Sopraceneri, e più in particolare il Bellinzonese e le Valli superiori.

 

Un progetto aggregativo come quello in discussione, che interessa una Regione strutturalmente non avvantaggiata come altre sul piano delle potenzialità finanziarie ed economiche, necessita della definizione di progetti significativi, suscettibili di coagulare l’interesse dei cittadini e di  fungere da propulsore per eventuali altre iniziative.

 

Da questo punto di vista si ricorda che, nell’ambito del Progetto di Aggregazione del Bellinzonese, uno specifico gruppo di lavoro con rappresentanti dei diversi Comuni è stato costituito e si sta occupando del tema delle “Scienze della vita” in cui ricade anche quello del polo medico-sanitario, rispettivamente della formazione e della ricerca nel settore bio-medico nella nostra Regione.

 

La Commissione esprime quindi la preoccupazione per il fatto che possano essere sottratte, rispettivamente trasferite risorse, iniziative e progetti che, in realtà, dovrebbero rappresentare elementi portanti del progetto aggregativo in corso.

 

Si richiama quindi l’attenzione del Consiglio di Stato e delle competenti istanze politiche, affinché sia debitamente considerata la possibilità di uno sviluppo armonioso delle diverse parti del nostro Cantone, evitando l’accentuazione di squilibri già esistenti.

 

 

Bellinzona, 10 febbraio 2014

 

Per la Commissione di studio:

 

Arbedo-Castione, Elisabetta Ghirlanda, vicesindaco

Bellinzona, Mario Branda, sindaco

Cadenazzo, Flavio Petraglio, sindaco

Camorino, Vincenzo Mozzini, sindaco

Claro, Roberto Keller, sindaco

Giubiasco, Andrea Bersani, sindaco

Gnosca, Moreno Pedrazzi, sindaco

Gorduno, Romeo Pellandini, sindaco

Gudo, Giacomo Zanini, sindaco

Lumino, Curzio De Gottardi, sindaco

Moleno, Angelo Jam, sindaco

Monte Carasso, Ivan Guidotti, sindaco

Pianezzo, Mauro Tognetti, sindaco

Preonzo, Fabio Pasinetti, sindaco

S. Antonino, Christian Vitta, sindaco

S. Antonio, Daniela Tamagni, sindaco

Sementina, Riccardo Calastri, sindaco

..